Acquistare un condizionatore: aiuto nella scelta

Chiunque volesse sostituire o installare per la prima volta un condizionatore, c’è da ricordare che è fondamentale puntare su modelli che sfruttino la tecnologia Inverter, e quindi capaci di modificare la potenza dell’apparecchio in base alla necessità di utilizzo e di ridurre il numero di cicli di accensione e di spegnimento.

Grazie a questa tecnologia si può beneficare di un risparmio energetico che supera il 30% in bolletta.

Inoltre è bene puntare su condizionatori di classe A o superiori. Anche se l’acquisto incomincia a diventare importante, è risaputo che consumano molto meno rispetto a una classe inferiore.

Il costo viene ammortizzato nel giro di pochi anni.

Altro punto fondamentale sono dimensioni dell’impianto. La dimensione deve essere direttamente proporzionale all’ambiente da rinfrescare. Si può calcolare da soli questa proporzione, ma per la maggior parte dei casi è bene affidarsi a un esperto per capire qual è la potenza ideale in funzione delle dimensioni dell’abitazione. Un condizionatore troppo grande, oltre a essere più esoso, potrebbe far aumentare la bolletta del 50%. Allo stesso modo se acquisti un climatizzatore troppo piccolo genererà uno spreco maggiore senza rinfrescare la camera.

Assistenza Condizionatori Roma fornisce questi preziosi consigli in attesa dell’arrivo dell’estate e consiglia di iniziare a muoversi per fare una adeguata manutenzione ed evitare tutti i problemi che possono incorrere per non averlo fatto così come specificato sul nostro sito web.

Nuovo singolo dei Depeche Mode: Whereʼs The Revolution

I Depeche Mode ripartono con un nuovo singolo  “Where’s The Revolution” che annuncia il loro prossimo album “Spirit“,  che uscirà il 17 marzo 2017.

Whereʼs The Revolution è stato messo online e disponbile in digitale oltre ad essere stato lanciato dalle radio e dalle principali piattaforme streaming.

Il brano ha le sonorità che contraddistinguono la band inglese e che fanno ben sperare per l’uscita dell’album, che la stessa band anticipa, abbia dei toni critica politica.

I Depeche Mode lo hanno fatto intendere anche nella loro conferenza stampa milanese in cui avevano preannunciato il loro tour mondiale.

 Martin Gore, in quella occasione, aveva accennato al fatto che le canzoni sono state incise pensando a quella che è l’attuale situazione mondiale.

Anche il titolo stesso della canzone Whereʼs The Revolution, che tradotto vorrebbe dire “Dov’è la rivoluzione”, e la copertina raffigurante persone con bandiere come in una manifestazione danno conferma su questa direzione di denuncia politica.

L’album “Spirit” è la prima fatica dei Depeche Mode al fianco del produttore James Ford dei Simian Mobile Disco (Foals, Florence & The Machine, Arctic Monkeys).

Una collaborazione che fa sperare ad un cambio di sound rispetto al precedente album “Delta Machine“.

Ovviamente i Depeche Mode si reputano entusiasta per questa nuova avventura, risaltando l’impatto emotivo e professionale che avrà questo nuovo disco sulla loro carriera professionale e artistica.

“Siamo estremamente orgogliosi di ‘Spirit’ – fa sapere Dave Gahane non vediamo l’ora di farlo sentire a tutti. Con James Ford e il resto del team di produzione abbiamo realizzato un album che trovo davvero potente, tanto a livello di sound che di messaggio”.

Il nuovo album “Spirit” sarà composto da 12 brani inediti e uscirà anche in versione doppio vinile 180 g, che contiene l’album standard su 3 facciate più una speciale serigrafia stampata sulla quarta facciata.

L’artwork e le fotografie che accompagnano l’album sono state realizzate da Anton Corbijn, celebre film-maker e collaboratore storico della band.